MAPPA DEL SITO   THE NETGALAXY.IT MAP   WWW.NETGALAXY.IT FERMATI !?! REST !?!  

Imposta WWW.NETGALAXY.IT come Home Page !        CERCA NEL SITO            Imposta WWW.NETGALAXY.IT tra i tuoi Preferiti !

  

E-MAIL

ADD URL

HOME

Ricerca

Icone, gif, ...

Itinerari e Mappe

Dott. GIOVANNI INTILE

NetGames E NETGAMES 3D

Annunci

Annunci Vari

Annunci Personali

VARIE

SMS Gratis

Software

Fisica

Glossario

Struttura SITO

Notizie

Personaggi

Elenco Tel. on line

€uroConvertitore

Calcola il tuo Codice Fiscale

E-Mail

Pagine Personali

Proverbi e Modi di Dire

Meteo

Radio

Spirito Libero

Miscellanea

"Gli Stravaganti"

Paesaggi

Super Calculator

Table of the Elements

Le Parole sono ...

Chat

Brevi Messaggi

La SUBLIMITA' ...

Screen Saver

Libro on line

San Giovanni Li Greci

Caccamo     -Palermo-

Le Feste

Sapori Unici

Carciofi

"La Mappa" di ...

TOP SECRET

 

 

CACCAMO      CITTA' DI CACCAMO            PALERMO

CHIESA SOTTO IL TITOLO DELLA IMMACOLATA CONCEZIONE DELLE SETTE VIGILIE  volgarmente detta DI DON NICOLO'.

 

 

CHIESA DELL’IMMACOLATA CONCEZIONE

SOTTO IL TITOLO DELLE SETTE VIGILIE

volgarmente detta di DON NICOLO’

 

 

     L’11 Agosto 1638 i Giudici e i Giurati della Terra di Caccamo concessero “al Ven. Altare del Glorioso S. Gioseppe esistente nella Venerabile Chiesa di Santa Maria della Nunziata un pezzo di terra vacanti posto vicino questa Terra nel loco di la portilluzza” (v. Archivio parrocchiale della SS. Annunziata - VOLUME DI INDICAZIONI -  atto di concessione pag. 197)

     Tale appezzamento di terreno, come si legge  in una nota marginale dell’atto di concessione di cui sopra, “lo possiede Don Nicolò Vairello” il quale, seguendo la forma di una roccia che in esso si trovava, vi fece edificare, a sue spese, una chiesa che pose sotto il titolo dell’Immacolata Concezione.

      In questa chiesa Don Nicolò era solito distribuire delle elemosine ai poveri nelle vigilie delle sette feste della Madonna.

      Per la sua attenzione verso i poveri e perché nel tempo fosse continuata questa pia pratica, Don Nicolò Vairello alla sua morte, avvenuta all’età di 82 anni il 7 Agosto 1716 (v. Archivio della Parrocchia SS. Annunziata - LIBER DEFUNCTORUM vol. 8 pag. 23), istituì sua erede universale la chiesa da lui fatta costruire e nella quale venne sepolto che, proprio per l’usanza in essa praticata, venne comunemente chiamata “delle Sette Vigilie”.

      L’uso di distribuire ai poveri il ricavato delle rendite dell’eredità di Don Nicolò nelle vigilie delle sette feste della Madonna continuò  fino alla morte del Canonico Giuseppe Cecala che fu Rettore della chiesa fino al 1949.

      Oggi nulla rimane di questa antica consuetudine se non il ricordo del titolo delle “Sette Vigilie” e la denominazione di “Don Nicolò” che abitualmente viene data alla chiesa ed al quartiere che da questo sacerdote caccamese furono fondati.

 

Stellario di Maria SS.Immacolata

 

 Ringraziamo l’Eterno Padre per i privilegi concessi alla SS. Vergine Immacolata come sua dilettissima Figlia

 O Concetta Immacolata,

fosti eletta dal gran Padre

del suo Figlio degna Madre,

fra le amate la più amata:

o Concetta Immacolata

 

Tu sebben di Adamo figlia,

dal suo fallo fosti esente

e la testa del serpente

dal tuo piè fu conculcata:

o Concetta Immacolata

 

Tutta pura, tutta bella,

dal peccato originale,

dal mortale e dal veniale

fosti sempre preservata:

o Concetta Immacolata

 

Fosti ancor preordinata

per riparo all’uom che geme;

gli dai vita, gli dai speme;

gli sei scorta ed avvocata:

o Concetta Immacolata

  Offriamo queste dodici Ave, tre Pater e tre Gloria a questa Immacolatissima Signora affinché si degni ottenerci dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito Santo il perdono dei nostri peccati, la conservazione della sua Grazia e la liberazione dall’eterna morte; e con puro e vero affetto ognun di noi dica con l’intimo del cuore:

 

O purissima ed Immacolatissima Signora Maria, bella Figlia del Padre, dolce Madre del Figlio e cara Sposa dello Spirito Santo, già dolente e pentito di vero cuore mi prostro ai piedi del tuo Santissimo Figlio Gesù chiedendo pietà, perdono e misericordia delle mie colpe. Non guardare i miei demeriti, o Madre pietosa, o rifugio dei peccatori, mentre ti prometto di non offendere più col divino aiuto la Maestà del mio Dio e Redentore; e fa,o potentissima Signora, che dopo le miserie di questa vita possa conseguire una santa morte assicurata dalla tua assistenza; e, se qui in terra ti lodo coronata di dodici stelle, concedimi di goderti in Paradiso coronata di gloria, mentre ora ti ringrazio e ti sublimo col dire: sia lodato il SS. Sacramento evviva la Gran Madre di Dio Maria SS. concepita senza macchia di peccato originale.

  Ringraziamo l’Eterno Divin Figlio per i privilegi concessi alla SS. Vergine Immacolata come sua degnissima Madre

  Non fu mai verginitade

della tua più bella e chiara,

del Dio Figlio Madre cara

tutta a Lui sempre sacrata:

o Concetta Immacolata

 

Fu la tua feconditade

per  virtù del Santo Amore;

sempre illeso il tuo candore,

Vergin sei sempre illibata:

o Concetta Immacolata

 

La tua santa gravidanza

al tuo seno non fu grave,

ma dolcissima e soave

che ti rese ognor beata:

o Concetta Immacolata

 

Quando giunse poi l’istante

in cui nacque il Salvatore,

fosti, invece di dolore,

di letizia ricolmata:

o Concetta Immacolata

  Ringraziamo lo Spirito Santo per i privilegi concessi alla SS. Vergine Immacolata come sua purissima e amatissima Sposa

 Per suo tempio e per sua Sposa

ti accettò l’Eterno Amore;

di sue fiamme accese il core,

d’ogni ben ti rese ornata:

o Concetta Immacolata

 

D’ogni grazia sei ripiena,

o degli Angeli Regina,

l’opra sei tutta divina

dall’Altissimo creata:

o Concetta Immacolata

 

Colma sei di santitade,

ma colmata in tal misura,

da non esservi creatura

sotto Dio più ricolmata:

o Concetta Immacolata

 

Finalmente sei rifugio,

o Maria, dei peccatori;

non sprezzar dunque i clamori

di chi sei Madre e Avvocata:

o Concetta Immacolata

  Affettuosi entusiasmi

 Evviva Maria,

Maria evviva,

evviva Maria

e chi la creò.

 

Con alto consiglio

Iddio Onnipotente

dal crudo serpente

la Vergin serbò.

 

Per Figlia e per Sposa

la vuole ed accetta;

per Madre diletta

il Verbo l’amò.

 

Nel suo primo istante

fu pura e illibata;

da Dio preservata

la macchia scansò.

 

Dall’alma Rachele

più bella Regina

d’Adamo la spina

non mai la toccò.

 

Maria già esentata

dal fiero contagio,

il serpe malvagio

col piè calpestò.

 

Col crin coronato

di rose e di gigli

di fiori vermigli

l’aurora spuntò.

 

Di tutta la Triade

sei tempio sacrato

sei specchio pregiato

che Dio innamorò.

 

Le nostre rovine

quest’alma Signora

più vaga che aurora

col fiat riparò.

Al crudo Oloferne,

novella Giuditta

più bella, più invitta

il capo tagliò.

 

Tu sei la Rebecca

che porti sul viso

il bel Paradiso

che l’alme beò.

 

Fra tutte le donne

la più fortunata

Maria fu innalzata

a gran dignità.

 

A torre somiglia

di somma fortezza

che l’alma disprezza

del drago infernal.

 

Al fiero serpente

nel suo primo istante

col piede trionfante

la testa schiacciò.

 

Del Sole Divino

l’Aurora tu sei

dei miseri e rei

la speme sei tu.

 

Io godo e gioisco

dell’alte tue glorie

dei pregi e vittorie

che Dio ti donò.

 

Gran Madre d’amore,

sovrana eroina,

quest’alma meschina

in pegno ti do.

 

Perciò a te consacro

il sangue e la vita;

coll’alma a te unita,

mia diva, starò.

Il Sole divino

l’ammanto ti diede;

sgabello al tuo piede

la Luna inchinò.

 

Col capo fregiato

di dodici stelle

sì lucide e belle

le sfere oscurò.

 

Chi mai non confessa

che sei Immacolata

la sorte beata

non gode, no, no.

 

O stella del mare,

beltà mattutina,

sei scorta divina

di chi t’invocò.

 

Sovrana Regina

difende e protegge

la Chiesa, il suo gregge,

il Sommo Pastor.

 

In morte ai devoti

benigna sorride

e il drago conquide

nel fuoco infernal.

 

Morendo felici,

farem compagnia,

starem con Maria

per sempre nel Ciel.

 

E sempre cantando

con voce giuliva:

Maria  sempre evviva

che il fallo scampò.

 

Rimbombi per l’aria

la bella armonia

evviva Maria

e Chi la creò.

 

English Version

SPACE!?! 

..:VISITE:..

AMICI MSN CONTATTI INDIRIZZI MSN

GRUPPO DI PREGHIERA GIOVANNI PAOLO II

Problema dei 9 punti

Proverbi e Modi di Dire

E-MAIL

PUBBLICITA' 

SPIRITO LIBERO

Icone e Gif Animate

Ascolta La Radio Che Preferisci

Il Meteo

Pagine Personali Per TUTTI

La Sublimita' dell'AMORE

Calcola il tuo Codice Fiscale

€uroConvertitore

SAN NICASIO

NETGALAXY.IT  PER IL SOCIALE

ENERGY

RESEARCH

CURIOSITA'

.:::L'INNO D'ITALIA:::.

Password Protection

           Il sapere e la saggezza rendono l'uomo LIBERO               WebMaster E-Mail                     >>>SITO WEB ITALIANO<<< --- >>> A ITALIAN WEB SITE<<<

  WWW.NETGALAXY.IT      Copyright  ©   DAL 2002         SINCE 2002    by    Salvo Panzeca  SPACE  ALL RIGHTS RESERVED.